CIVATE
Versione stampabile PDF   Articolo: Dove eravamo rimasti
PHOTO GALLERY   Gara 1987    Nascita Amazonia   La Balconata
Civate - Clicca per ingrandire

Già conosciute dagli alpinisti valmadreresi come terreno di allenamento, le strutture di Civate sono diventate una delle prime falesie attrezzate per l’arrampicata sportiva nel lecchese. La PALESTRA VECCHIA è un bel risalto di ripide placche a concrezioni, buchetti e lame, mentre la VALLE DEGLI ORTI è una lunga fascia verticale a diedri, fessure e sezioni compatte a reglettes e gocce. La roccia è ottima. Poi c’è il settore AMAZZONIA, una parete articolata con una prima fascia verticale di roccia ripulita (a tratti delicata), a cui seguono placche molto lavorate. Infine LA BALCONATA, un muro non molto alto di ottima roccia sopra una terrazza panoramica. L’arrampicata A Civate non è mai banale e richiede intuito; sulle vie più antiche la roccia è talvolta unta.
NOTA: i tiri dal n. 14 al n. 23 alla VALLE DEGLI ORTI iniziano da una rampa con catena, a cui ci si assicura alle partenze delle vie. La rampa NON va percorsa per andare o tornare dal Buco della Sabbia.

Periodo
La falesia è frequentabile per gran parte dell’anno. D’inverno preferibilmente al mattino, in estate nel tardo pomeriggio se non c’è troppa umidità. La roccia asciuga relativamente in fretta, a parte alcune fasce della VALLE DEGLI ORTI.

Chiodatura
Ottima a fix e resinati.

Chiodatori
Sulla guida VALMADRERA montagne e itinerari alpinistici (Giorgio Tessari, Gian Maria Mandelli – Comune di Valmadrera, 1979) compaiono le descrizioni, senza disegno, delle vie alla PALESTRA IN LOCALITA’ POZZO (Civate), oggi conosciuta come PALESTRA VECCHIA. Via del Fulcin, Vassena Felice e Dell’Oro Augusto; AD sup. Via Normale, soci della S.E.C. fin sotto lo strapiombo. Mandelli Gianni e Rusconi Carlo terminano la via; D sup. Via Moma, Butti Mosè e Mandelli Gianni; TD inf. Via Choncodon, Corti Romano e Dell’Oro Augusto; D sup. Via Ouverture, Vassena Felice e Crepaldi Claudio; D sup. Via dei Satanici, Vassena Felice e Dell’Oro Augusto; Ad sup. Via 3 Aprile, Vassena Felice e Dell’Oro Augusto; TD. Via des Clochardes, Tessari Franco e Mandelli Gianni, AD. Poi sono comparse Nuovo mattino e Pancia.
Alcune scritte sbiadite testimoniano le scorribande dei ragazzi di Valmadrera, ricordate da Gian Maria Mandelli. La placconata della Palestra Vecchia era salita e discesa lungo le linee più logiche
(perlopiù slegati), un po’ per allenamento e un po’ per gioco. Poi c’erano le sfide sul “boulder” del muretto iniziale di quella che oggi è la via del Tetto. Un temibile passaggio denominato “la chiappa che trema”, dove il divertimento era assistere ai tentativi dei forestieri, che spesso finivano nella polvere. Ricordi fantastici, come per la via MO (sé Butti) MA (ndelli Gianni), aperta in due rate. Dapprima sale Mosè fino al primo rigonfiamento, fissa un chiodo, e prudentemente rinuncia. E’ la volta di Gianni che supera il bombè e prosegue fino al bosco sommitale… La classe non è acqua! Era l’inverno 1977/78.
Nel 1987-1988 Alessandro Ronchi, dopo una gara di arrampicata organizzata dal Gruppo Sportivo Alpini di Vimercate alla PALESTRA VECCHIA, chioda la VALLE DEGLI ORTI con Spit messi a mano insieme a Giuseppe Besana, Umberto Carrera, Gaspare Fumagalli, Luigi Ravasi, Ambrogio Ronchi, Giorgio Sabbioni, con il sostegno del CAI Vimercate. Nel 1994 Ronchi riattrezza entrambi i settori con ancoraggi resinati. Nel 2017 la Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino effettua la manutenzione straordinaria della falesia nell’ambito dell’ “Accordo di Programma per le falesie lecchesi” promosso da Regione Lombardia. Il SETTORE AMAZZONIA (dove sono stati rinvenuti un paio di chiodi tradizionali) è stato chiodato inizialmente da Enzo Nogara (itinerari 1-5), per poi venire sviluppato nel 2021 da Alessandro Ronchi aiutato da Pietro Cesana, Rolando Rolly Pistono, Dante Riva, Enrico Valsecchi, Flavio De Stefani e Ugo Pala, tecnico della resina, con la partecipazione straordinaria del “chirurgo” Delfino Formenti. LA BALCONATA è di Alessandro Ronchi, Rolando Rolly Pistono, Enrico Valsecchi, Flavio De Stefani e Ugo Pala. Va ricordato il grande lavoro di pulizia in parete e di gradinatura alla base, ed il continuo sostegno del CAI Vimercate.

Accesso
1. Da Milano per la SS36, uscendo prima del tunnel del Monte Barro (Lecco-Lago, Oggiono, Civate). Prendere poi a dx per Galbiate e a sx per Valmadrera. Alla deviazione Civate-centro voltare a sx per Via alla Santa; appena oltre il Municipio salire a dx in Via del Crotto, poi a sx in Via Abate Longoni e infine a dx per Via del Pozzo, salendo a parcheggiare in via dei Rii. Dalla curva dove inizia via dei Rii, salire a sx per ripida stradina asfaltata fino alla frazione Pozzo. Al bivio oltre le case seguire la sterrata a sx. Alla palina con indicazione a dx per il “Buco della sabbia” seguire questo sentiero; abbandonarlo dopo un breve salita e obliquare a sx (cartello di legno) fino alla VALLE DEGLI ORTI. Poco prima di raggiungerla, salire a dx alla PALESTRA VECCHIA. Tra le due strutture si trova AMAZZONIA. LA BALCONATA è raggiungibile dal limite dx della PALESTRA VECCHIA, oppure direttamente lungo la traccia che si stacca dal sentiero principale, poco prima della salita per la PALESTRA VECCHIA. 15 minuti. Oppure (consigliato per la VALLE DEGLI ORTI): rimanere sulla sterrata e proseguire fino ad una fontanella. Da qui salire a dx per un sentiero nel bosco e poi obliquare a sx. Alla palina, prendere a dx salendo brevemente alla VALLE DEGLI ORTI. 15 minuti.
Oppure (consigliato per la VALLE DEGLI ORTI)
:
rimanere sulla sterrata, ignorando la deviazione a dx, e proseguire fino ad una fontanella. Da qui salire a dx per un sentiero nel bosco e poi obliquare a sx. Alla palina, prendere a dx salendo brevemente alla VALLE DEGLI ORTI. 15 minuti.
2. Da Lecco lungo la SS36 per Milano; uscire a Civate e seguire la descrizione precedente.

Clicca per la versione stampabile
VALLE DEGLI ORTI
1
NUOVA SUELLO
 
5b
25 m
Tiro vario su buchi e lame
2
FRUTTI DI BOSCO * 
 
6a
25 m
Difficile entrata, poi continuità con un paio di strapiombini
3
MAGICO LIPTON
 
5c
20 m
Partenza complicata, poi fessure
4
UNA GITA SUL PO
 
6b
20 m
Strapiombo fisico; piedi lisciiiiii 
5
CHI RONFA TONFA
 
6b
20 m
Muretto verticale da capire 
6
PUNIRE IL CORPO *
 
6b+
22 m
Dure sequenze di dita, con singolo nella prima parte
7
DONNE IN ATTESA
 
6a+
25 m
Bel diedro obliquo (unto...) con muretto iniziale impegnativo
8
JAMES BOND *
 
6c
25 m
Placca tecnica e continua
9
VIA NOMENTANA *
 
6b
25 m
Entrata molto tecnica, poi belle sequenze su placca lavorata
10
CREDOLIN
 
6a
10 m
Placchetta di dita
11
SPIT QUIZZER
 
6c
10 m
Singoli violenti
12
RAMBO BAMBO
 
6a
12 m
Placca di movimento
13
FROLLO FROLLO E SCHWARZENEGGER
 
6a
12 m
Difficili sequenza tecniche
14
CRIC
 
5c
25 m
Sequenza centrale da capire e placca finale molto tecnica
15
CROC
 
5c
25 m
Dal IV fix salire verso dx superando uno strapiombino atletico
16
SENTIERO VERTICALE * 
 
6a+
25 m
Difficile entrata, tettino fisico, poi placca di piedi
17
PLACCATEVI
 
6a
22 m
Strapiombino in partenza strapiombante, poi molto tecnica
18
SENSO UNICO
 
6a+
20 m
Dura entrata con un severo bloccaggio
19
DOVE ERAVAMO RIMASTI *
 
6a+
18 m
Vago pilastro verticale con passi di decisione
20
DIVIETO DI SOSTA *
 
6b
18 m
Tiro tecnico e di continuità
21
SCIOLA ’87 *
 
6b
20 m
Passi di dita e decisione
22
DEMOTIVATO MISCREDENTE
 
6a+
18 m
Movimenti da capire e strapiombino finale
23
CAVALCA IL CAMMELLO
 
5a
18 m
Sequenza di lame 
  
AMAZZONIA
1
NATALIA
 
3b
10 m
Morbida placca
2
RAPALA
 
4c
10 m
Muretto non banale
3
ZURLO’
 
5a
10 m
Spaccature oblique
4
L’ERNIA
 
5b
10 m
Strapiombino finale
5
ZIO FESTER
 
4b
18 m
Catena intermedia prima dell'ultima placchetta
6
FLAGRANZA DI REATO
 
4c
25m
Sale presso lo spigolo su buone prese
7
PATOLOGIE PREGRESSE
 
6a
22 m
Difficile entrata, poi ripida placca e strapiombino
8
BUONA LA PRIMA
 
5c
25 m
Ripido muro iniziale con lama
9
LA VITA APPESA ALLO SPIT
 
6a+
25 m
Muro verticale con allungo, quindi placca a buone prese
10
CABINA DI REGIA *
 
5b
20 m
Muretto a piccole prese, risalto, poi bellissima placca lavorata
11
COGNATI DI VOMITO
 
5c
22 m
Dopo una difficile entrata, segue uno spigolo con ripida uscita
12
I SATANICI
 
5c
27 m
Placca fessurata. Il grado è dato senza spaccare sulla dx  
  
PALESTRA VECCHIA
13
NON E’ DATO SAPERE
 
6a
20 m
Difficile strapiombino e diedrino tecnico. Roccia delicata
14
GIRO DI BOA
 
5a
20 m
Ripidi diedrini e uscita su fessure arrotondate
15
ESCALATION
 
5b
22 m
Tiro un po’ costretto, con bei movimenti su buone prese
16
GIRO DI DAMA
 
6a+
20 m
Inizio leggermente strapiombante,poi verticale a buchi e lame
17
VERTICAL DREAM *
 
6a+
20 m
Difficile muretto di dita
18
MOMA *
 
5c
22 m
Muretto verticale, poi diedro a concrezioni e buchi
19
LA PANCIA
 
6a+
22 m
Tratto verticale con bei bloccaggi
20
NUOVO MATTINO *
 
6a
20 m
Muretto aggettante con allungo (senza usare la fessura a dx)
21
NORMALE
 
5a
20 m
Bel passo centrale atletico
22
TETTO
 
5b
18 m
In altro tettino su lame. Partenza diretta sui fix: 6a
23
PLACCA PER TITTI
 
5b
16 m
Muretti a lame
24
KALIPE’
 
4c
15 m
Ripido risalto con ottimi appigli
25
SIKADUGO
 
5a
18 m
Muretto verticale con buchi lontani
26
POSTI IN PIEDI
 
5c
15 m
Muretto centrale da capire
27
FUORI DAL COMUNE *
 
4c
15 m
Divertente placca ripida
28
CROCE E DELIZIA
 
4a
15 m
Placca appigliata
  

   
LA BALCONATA
1
FUOCO ALLE POLVERI
 
4c
15 m
Entrata strana
2
DIETRO LE QUINTE
 
5c
18 m
Un tratto fisico
3
PIOVONO SASSI
 
5a
22 m
Risalti appigliati
4
FATTI NON PAROLE
 
5b
22 m
Muretto tecnico
5
QUIETO VIVERE
 
5a
25 m
Divertente
6
CLASSE OPERAIA
 
4c
22m
Muretto ripido e appigliato
7
SONNI TRANQUILLI
 
6a
25 m
Passi tecnici si ripido muretto
8
VENTI DI GUERRA *
 
6a
20 m
Belle sequenze con discreta continuità
9
LA COLATA *
 
6a
22 m
Muretto a prendere una lama, poi tratto di decisione
10
MISTER NIFF
 
5c
22 m
Risalto verticale da capire
11
SPIRITO SOLITARIO
 
4c
22 m
Rocce articolate
  

Testi, disegni e immagini: Copyright © 2004-2022 larioclimb.paolo-sonja.net
Accessi a LARIOCLIMB
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja