PALA DEL SAN MARTINO
Versione stampabile PDF | PHOTO GALLERYBookmark and Share
Photo Gallery

La Pala sporge dal corpo principale della Parete Rossa del San Martino con un bel muro giallo-rosso perfettamente verticale, su un balconcino roccioso con vista a lago. L’arrampicata è molto tecnica e continua, con eleganti sequenze su piccole tacche, graspole e buchetti. Diverse combinazioni possibili per tiri piuttosto lunghi. La roccia è ottima ma a tratti tenera, e la base è ristretta (ed un po’ esposta: non è un posto per bambini al seguito); bastano poche cordate e c’è già affollamento.

Periodo
Stagioni intermedie e l’inverno, grazie alla posizione riparata e soleggiata; la roccia asciuga molto velocemente. Va bene anche nei periodi caldi, purchè in giornate ventilate, dopo le 5 del pomeriggio.

Chiodatura
Ottima a Fix.

Chiodatori
Paolo Vitali e Sonja Brambati, con l’aiuto di Vittorio Mantegazza, Pietro Corti e “Ricciolo” Masdea, papà Franco Vitali per il tracciato del sentiero ed il giardinaggio pesante.

Accesso
Da Lecco salire verso la Valsassina lungo Corso Matteotti (Stadio); ai semafori voltare a sx in Viale Adamello e, al suo termine, a dx in Via Mazzucconi. Dopo una strettoia tra le abitazioni salire a sx per Via G. Bosco raggiungendo la piazzetta di Rancio. Continuare sulla strada dietro la Chiesa che poi si innesta in Via Fumagalli; salire lungo quest’ultima (piccolo parcheggio sulla sx) fino al termine. Proseguire lungo la scalinata di Via Brogno; poco oltre un lavatoio prendere un viottolo acciottolato a sx (indicazione San Martino), quindi ancora a sx per un sentiero in piano nel bosco che attraversa una strada in cemento e, dopo i gradini che superano la massicciata, continua sempre verso sx. Ad un certo punto abbandonare il sentiero principale (Sentiero dei Pizzetti) per seguire una buona traccia a monte che sbuca su un ghiaione; abbassarsi brevemente e dopo un tratto in piano si sale alla falesia. 20 minuti.

Clicca per la versione stampabile PDF
1
LATERAL RELEASE
L1
5a
18 m
 
 
 
L2
6c
14 m
Moulinette da terra: 32m
2
INTERNOS
L1
6a
18 m
 
 
 
L2
6b
14 m
Moulinette da terra: 32m
3
FASI ALTERNE *
 
6c+
32 m
Entrata intensa e spostamenti da intuire. Prima catena a 28m, a cui segue un ulteriore breve tiretto d’uscita (6a)
4
PSL *
 
7a
28 m
Duro singolo, quindi continuità su placca verticale
5
DASIN DASOT *
 
7a
16 m
Muro verticale con tettino violento in uscita
6
D-DAY *
 
7c+
14 m
Muretto liscio di difficile interpretazione. 30m da terra
7
GIROINGIRO *
L1
6c+
16 m
Bei movimenti su tacche e buchi
 
 
L2
7a+
14 m
Muretto tecnico con delicato ristabilimento: 30m da terra
8
ALABAMA *
L1
7b
22 m
Difficile sezione di dita dove serve decisione
 
 
L2
6c+
10 m
Moulinette da terra: 32m
9
CERVELUNI *
L1
6c+
22 m
Placca verticale a tacche e buchetti con allunghi
 
 
L2
6c
10 m
Resistenza su cannette. Moulinette da terra: 32m
10
TEL CHI’L TELUN
 
6b+
22 m
Movimento e precisione con ostico ristabilimento finale
11
TENDINI DI CRISTALLO
 
6c+
16 m
Si può continuare anche sulla 10
12
ORLANDO FURIOSO
 
7a
16 m
 
13
NERINA
L1
6b+
16 m
 
 
 
L2
5c
10 m
 
14
CEYLON
 
6b
16 m
Placca con finale più tecnico. 30m da terra
15
MONTE DEI PASCOLI
 
7a+
14 m
 
16
KALIMANTAN
 
7a+
16 m
 
17
MUSHROOM
 
7a+
16 m
Uscita diretta sui fix
18
REM1
 
5a
18 m
 
19
ROXANA *
 
6c
12 m
Elegante spigolo a tacche e buchi. 35m da terra
20
RICCIOLO
 
5b
20 m
 
21
HONOLULU
 
5c
22 m
Divertente su buone prese
22
TAPPABUCHI
 
6b
22 m
Muro nero di continuità
23
VIAVAI *
 
6a+
20 m
Bella placca verticale di resistenza
24
MIROLT
 
7a
20 m
Tettino da aggirare a sx
25
IL PUNTO G
 
NL
8 m
 

Testi, disegni e immagini: Copyright © 2004-2012 larioclimb.paolo-sonja.net
Accessi a LARIOCLIMB
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja