PASSI DI DANZA
Versione stampabile PDF   Photo Gallery
 
Passi di danza

Subito a destra della falesia PROMESSE NEL SOLE, la parete continua con una serie di ripide placche che terminano dove il canale si chiude. Roccia ottima a tacche, buchi arrotondati e lame, ma spesso avara di buoni appoggi per i piedi. L’arrampicata quindi è molto tecnica e di movimento, talvolta con brevi sequenze più intense.
Gli itinerari che partono dalla cengia si raggiungono con un tiro unico di circa 40m, partendo su DPCM. Portare almeno 16rinvii, il dispositivo per recuperare il secondo di cordata ed il discensore. Dalla cengia ci si cala in corda doppia dalle soste di partenza di OGGETTO CONTUNDENTE e PRIMINA. Attenzione se ci sono cordate alla base.

Periodo
Tutto l’anno, meglio nelle stagioni intermedie; d’estate al mattino. La roccia asciuga in fretta.

Chiodatura
Ottima a fix.

Chiodatori
Gran lavoro di pulizia e chiodatura da parte di Alessandro Ronchi, Flavio De Stefani, Pietro Cesana e Dante Riva, terminato nell’aprile 2021. La struttura prende il nome da Passi di danza, via aperta dal basso e con chiodi tradizionali nei primi anni ’80 del ‘900 da Tiziano Capitoli, F. Poratelli, Ivano Zanetti. 55m, V/VI+ e due tratti di VII+.

Accesso
Da Lecco seguire il lungolago verso Colico-Sondrio uscendo dalla città. Dopo circa 2 km, prima di immettersi nella nuova SS36, voltare a dx sotto le arcate della ferrovia e proseguire lungo la strada fino al termine della leggera salita. Lasciare l’auto poco prima di un viadotto (per non intralciare il parcheggio ai residenti delle case più avanti). Seguendo le indicazioni a monte salire per la ripida traccia, che poi va a sx ed entra nel letto ghiaioso di un torrente in secca. Salire oltrepassando le reti  paramassi, giungendo su terreno aperto. Poco prima della grande parete voltare a sx e seguire un ripido sentiero, in cima al quale dopo 50 metri si incontra LA PIRAMIDE, il primo settore della falesia del PUNGITOPO. Appena oltre quest’ultimo si sale lungo una traccia a tornanti fin quasi a PROMESSE NEL SOLE. Una diramazione del sentiero verso dx porta alla falesia. 20 minuti.

NOTA: il sentiero passa sotto la verticale di un canale che sbocca a 200m da terra, che i forti temporali trasformano in una grossa cascata. Inoltre, dalle pareti sopra la falesia possono cadere scariche di sassi. Evitare la zona dopo piogge intense o nevicate, ed in giornate di forte vento. E’ consigliato il casco; non stazionare troppo distanti dalle pareti. 


SETTORE SINISTRO
1
ANDRA’ TUTTO BENE
 
5b
15 m
Entrata fisica, e passaggino da capire in uscita
2
ALL TOGETHER NOW
 
6a+
27 m
Passo chiave evitabile spaccando a sx sul tettino (5c) 
3
PASSI DI DANZA
L1
5c
25 m
Placche tecniche
 
(via storica)
L2
6c
15 m
Passi aleatori. Possibile in tiro unico; 20 rinvii e corda 80m
4
I CASSA INTEGRATI *
 
6b
30 m
Placche tecniche e di movimento
5
NEL MIO INTIMO C’E’ CILLY
 
6b
30 m
Serve buona capacità di scalata di “piedi”
6
DPCM
 
5b
20 m
Nel finale segue un vago diedro
7
FUTILI MOTIVI *
 
6b
22 m
Tiro tecnico con difficile muretto centrale
8
INCIDENTE PROBATORIO
 
7a
25 m
Partenza tecnica, poi difficoltà in crescendo
9
FILO DA TORCERE *
 
6b+
25 m
Tiro vario e completo, con placca finale molto tecnica
10
SUL LAGO DORATO *
L1
6a+
25 m
Muretti di dita e lama fisica; poi difficili ristabilimenti
11
SOFFRO LO STRESS
 
5c
25 m
Placche divertenti (aperta dal basso)
12
OGGETTO CONTUNDENTE *
 
5b
25 m
Placche appigliate
13
PRIMINA
 
6a
25 m
Placche di piedi (aperta dal basso)
14
SUL LAGO D'ORATO
L2
6a
20 m
Divertente su roccia lavorata, con uscita più impegnativa



Testi, disegni e immagini: Copyright © 2021 larioclimb.paolo-sonja.net
Accessi a LARIOCLIMB
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja