FALESIA DEL PUNGITOPO
Versione stampabile PDF

Piccola falesia in zona Pradello, in un gradevole angolino nel bosco (con la vegetazione la falesia diventa praticamente invisibile) sotto la grande bastionata che sovrasta la sponda occidentale del Lago di Lecco. Il primo settore, LA PIRAMIDE, è una ripida placca bianca di roccia solida e fessurata, con tratti liscissimi ed altri un poco strapiombanti. Il secondo, LO STIVALE, è più vasto e complesso, con stili di arrampicata molto diversi anche sullo stesso tiro, passando da tratti fisici in leggero strapiombo a placchette complicate, spesso “senza piedi”. Roccia da buona ad ottima.

Periodo
Tutto l’anno escludendo l’estate; nel primo settore il sole arriva più tardi rispetto al secondo. La roccia bianca asciuga subito, per gli strapiombini dello STIVALE ci vuole più tempo.

Chiodatura
Ottima a golfari (fix).

Chiodatori

Gianni Ronchi e Flavio De Stefani nel 2011, autofinanziandosi, hanno recuperato un vecchio cantiere degli anni ’90 dello stesso De Stefani, compiendo un gran lavoro di pulizia in parete ed alla base. Alessandro Ronchi e Flavio De Stefani nel 2019-2020 effettuano la manutenzione, con l’aggiunta di nuovi tiri.

Accesso
Da Lecco seguire il lungolago verso Colico-Sondrio uscendo dalla città. Dopo circa 2 km, prima di immettersi nella nuova SS36, voltare a dx sotto le arcate della ferrovia e proseguire lungo la strada fino al termine della leggera salita. Lasciare l’auto poco prima di un viadotto (per non intralciare il parcheggio ai residenti delle case più avanti). Seguendo le indicazioni superare il muretto a monte e salire diritti per la traccia, che poi va a sx e, dopo una breve discesa, entra nel letto ghiaioso di un torrente in secca. Salire oltrepassando 2 reti  paramassi, giungendo su terreno aperto. Poco prima della grande parete voltare a sx e seguire un ripido sentiero, in cima al quale dopo 50 metri si incontra LA PIRAMIDE. Il sentiero prosegue in discesa fino allo STIVALE. 15 minuti.

NOTA: evitare la falesia dopo piogge intense; il sentiero passa sotto il tiro di un canale a 200m da terra, normalmente asciutto, che si trasforma velocemente in una grossa cascata.

Clicca per la versione stampabile PDF
SETTORE LA PIRAMIDE
1
CARA...IBICO
 
5b
13 m
 
2
CARI....BU
5b
13 m
3
TIVANO
 
6b
13m
Placca tecnica
4
ANCHE I CANI SOGNANO
 
6a+
18m
Movimento singolo
5
PERLE DI SAGGEZZA
*
6a
18 m
Breve sequenza da capire in alto
6
SEMPRE INSIEME
 
5a
13m
Clicca per la versione stampabile PDF

SETTORE LO STIVALE
1
LA BREVA
 
5b
  14m
 
2
EOLO
 
4c
14 m
 
3
SUPERFICIALITA' MODERNE
 
4c
18 m
4
PROTEGGIAMOLABELLEZZA
*
5b
20 m
Lama-diedro, a tratti fisico
5
W L'ITALIA
 
6a+
18 m
Muretto molto tecnico, con concrezione a forma di Italia
6
CAPISCI L'USCITA
 
5b
15 m
7
VENTO: RESPIRO DELLE MONTAGNE
*
6a+
25 m
Bei movimenti in strapiombo con allunghi a buone prese
8
MEGA
*
6b+
 32 m
Inizio strapiombante; placca finale delicata, di piedi
9
LEGA LA LADRONA.....
 
6c
30m
Tiro in strapiombo con dura sequenza centrale
10
ENIGMA
 
7a
25 m
11
ALTRIMENTI SCAPPA
 
6a
  27m
Partenza fisica su strapiombini, poi muretti tecnici
12
FOX
 
6a
  27m
13
E' UN MONDO DIFFICILE
 
5a
18 m
14
E' VITA INTENSA
 
6b
25 m
Strani movimenti su placca-spigolo
15
FELICITA' A MOMENTI
 
6a+
23 m
Testi, disegni e immagini: Copyright © 2012-2020 larioclimb.paolo-sonja.net
Accessi a LARIOCLIMB
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja