VAL VERDE
Versione stampabile PDF Bookmark and Share
Clicca per ingrandire

Massiccia fascia calcarea perfettamente verticale, posta in un angolo molto appartato proprio in cima alla selvaggia Val Verde, aperta sul fianco meridionale del Monte Coltignone. La frequentazione è praticamente nulla, nonostante la struttura offra diverse possibilità di bellissimi itinerari su difficoltà medio-alte. La roccia è ottima, scolpita a gocce e reglettes, e l’arrampicata tecnica e di continuità. Il risalto superiore invece è costituito da gradoni articolati, erbosi ed a tratti friabili, da evitare scendendo in doppia dalle soste predisposte. 

Periodo
Primavera ed autunno; al mattino in estate. Resta bagnata a lungo dopo piogge intense.

Chiodatura
Le vie sono ottimamente attrezzate a fix inox (qualche chiodo sul TAPIRO) non molto ravvicinati, tranne TIME OUT dove è rimasta la chiodatura originale a fix 8mm. Soste con 2 fix e maglie rapide: portare quindi un paio di moschettoni sciolti e fettucce.  Casco!

Chiodatori
Nel 1983 Paolo Vitali si cala dalla sommità della Bastionata per attrezzare dall’alto IL TAPIRO e PING IL SAGGIO, in compagnia di Carlo Aldè, Luigi Fantoni e Carlo Spreafico. Nell’agosto 2003 lo stesso Paolo ritorna con Sonja Brambati per richiodare i primi itinerari ed aprirne degli altri. TIME OUT invece è opera di Corrado Valsecchi ed Alberto Piani.

Accesso
Da Lecco seguire le indicazioni per la Valsassina salendo a Ballabio dove, al rondò al termine del rettilineo, si svolta a sx salendo ai Piani dei Resinelli. Oltrepassare il grande piazzale fino alla chiesa, continuare a sx e scendere subito a dx seguendo il giro dell’ ”anello” fino al parcheggio sotto il demenziale grattacielo. Tornare indietro brevemente e scendere a sx per Via Campelli imboccando la mulattiera che porta alla Bocchetta di Val Verde. Da qui a dx per poche decine di metri fino ad un bivio con segnalazioni dove si scende a sx in Val Verde lungo il sentiero n.52, in vista della parete. Oltrepassato un masso con bollo blu e rosso, il sentiero piega a dx: dopo 20m (ometto) entrare a sx nel bosco seguendo una traccia che porta alla base della struttura. 40 minuti. 

Clicca per la versione stampabile PDF
1 ILDA FOR PRESIDENT *** 
Paolo Vitali, Sonja Brambati, previa pulizia e chiodatura dall’alto, luglio 2003
100m - 4L ; 7c (6c obb.); P2 – 12 rinvii, corda70m
Magnifica e difficile arrampicata. Ultimo tiro sconsigliabile. 
L1 6b+  20m Placca appigliata
L2 7b   30m Fantastica placca a gocce
L3 7c   25m Tiro altrettanto bello con sezione molto intensa
L4 5b   30m Risalti con alcuni blocchi da evitare. Sconsigliabile
Discesa: in doppia sulla via dalla S3

2 IL TAPIRO DEL BRONX *
Paolo Vitali, Luigi Fantoni, Carlo Aldè, previa pulizia e chiodatura dall’alto, novembre 1983. Riattrezzata da Paolo & Sonja, luglio 2003
100m – 4L; 7a (6b obb.); P2 - 12 rinvii, corda 70m, qualche dado-friend
Via interessante nei primi due tiri, poi sconsigliabile.
L1 6a+  25m Breve rampa, poi bella fessura-diedro nera con uscita in placca
L2 7a   30m Strana fessura cieca da interpretare;roccia a tratti polverosa
L3 6b+  25m Muretto impegnativo e fessure sporche
L4 5b   25m Risalti poco interessanti su roccia delicata
Discesa: in doppia sulla via dalla S2

3 PING IL SAGGIO **
Paolo Vitali, Carlo Spreafico, previa pulizia e chiodatura dall’alto; novembre 1983.  Riattrezzata da Paolo & Sonja, agosto 2003
110m – 5L; 7a+ (6b obb.); P2 - 12 rinvii, corda 70m
Arrampicata varia ed elegante per diedri e placche compatte. Ultimo tiro da evitare. 
L1 6a+  25m Tiro in comune con la precedente
L2 7a   20m Al quarto fix nel diedro, obliquare a dx su placca compatta
L3 6c   30m Muro bianco leggermente bombato
L4 7a+  15m Breve tiro tecnico appigliato con duro boulder in uscita su strapiombo
L5 5c   25m Muretti su roccia delicata ed erbosa
Discesa: in doppia sulla via dalla S4

4 PING DIRETTA ***
Paolo Vitali, Sonja Brambati, dall’alto, agosto 2003
40m – 2L; 7b (6b obb.); P2 - 12 rinvii, corda 70m
Durante la richiodatura non è passata inosservata la linea diretta alla S2 di Ping, piu’ dura ma meno complicata dell’originale. Consigliabile proseguire su Ping fino alla S4.
L1 5c   10m Breve risalto articolato
L2 7b   30m Notevole muro di continuità
Discesa: in doppia sulla via

5 TIME OUT **
Corrado Valsecchi, Alberto Piani, dall'alto, 1988
80m – 3L; 6c+ (6b obb.); P2 - 12 rinvii, corda 70m.
Attrezzatura ormai datata con fix arrugginiti; soste con catene
Difficili placche di dita su ottima roccia
L1 6c+  30m Muro violento di dita, poi placca a gocce taglienti sulla faccia sx del
            diedro
L2 6c+  25m Diedro appigliato, con duro singolo di dita su goccette in uscita 
L3 6c+  25m Obliquo ascendente a sx su placche bombate. Un po’ d’erba al termine
Discesa: in doppia su PING IL SAGGIO

Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  2007-2009  larioclimb.paolo-sonja.net
Accessi a LARIOCLIMB
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja