BUCO DEL PIOMBO
Versione stampabile PDF  | PHOTO GALLERYBookmark and Share
BUCO DEL PIOMBO - Clicca per ingrandire

Lunga fascia calcarea alle spalle della cittadina di Erba, conosciuta per la grotta del Buco del Piombo. Gli alpinisti della zona ne hanno fatto una delle loro palestre preferite già dalla fine degli anni ’50, tuttavia la parete è rimasta di interesse poco più che locale, a parte una citazione nei “Cento nuovi mattini” di Alessandro Gogna. Il luogo è un po’ cupo e selvatico, ma offre interessanti salite su roccia molto particolare che  richiedono esperienza. Comunque le potenzialità non sono esaurite! 

NOTA: causa nidificazione del Falco Pellegrino, divieto di scalata  da marzo a giugno nel settore a destra della cascata  della Val Caino (vie Leoni, Poiane, Quarantenni).

Periodo
Stagioni intermedie e mattinate invernali; in estate troppa afa per le presenza del bosco.

Chiodatura
Generalmente ottima a fix, non distante ma nemmeno ascellare. Portare il casco e l’autobloccante.

Chiodatori
Scalatori erbesi e brianzoli per le classiche. Dal 2004 Saverio De Toffol apre le vie di destra, compiendo un notevole lavoro di disgaggio.

Accesso
1. Dal centro di Erba salire a Crevenna per via Fatebenefratelli oltrepassando l’Ospedale, poi a sx in via Monti e quindi in Via San Giorgio superando la Chiesa di Crevenna. Passati sotto la Provinciale Arosio-Canzo proseguire a dx oltre il cimitero, parcheggiare sulla dx e continuare a piedi fino a San Salvatore. In alternativa, parcheggiare presso la Trattoria Canova e salire lungo la vecchia mulattiera. Dall’Eremo attraversare il grande prato a sx, poi per sterrata pianeggiante entrare in Val Caino, guadare il torrentello e salire brevemente alla parete. 30 minuti.

2.Dalla statale Lecco-Como entrare in Albavilla, superare il centro paese e la chiesa ed imboccare Via dei Crotti fino alla Trattoria dello Zoccolo dove si parcheggia. Proseguire su sterrata pianeggiante (indicazioni per il Buco del Piombo) prendendo poco dopo la deviazione a dx in leggera discesa che porta in prossimità della Grotta; 20 minuti. Proseguire a dx per tutti gli altri itinerari.
Clicca per la versione stampabile PDF
SETTORE SCARABELLI

1 VIA DIRETTA *
Graziano Bianchi, Felice Boselli, E. Pozzoli, 1976
120m – 5L - 6a+ (5c obb.)
P1 - Riattrezzata a fix. 12 rinvii, 2 corde da 60m o singola da 70m, qualche dado e friend 
Giunti presso la scalinata che da accesso alla Grotta tenere il sentiero basso (indicazioni falesia), e dopo pochi metri salire fino alla base del DIEDRO SCARABELLI. La DIRETTA inizia poco a sx del diedro. Via interessante su parete e spigolo. 
L1 5b  20m Spigolo a sx del diedro
L2 6a+30m Ancora presso lo spigolo
L3 5c  20m Superare un risalto a sx del diedro, quindi verso dx (corda fissa) su roccette erbose
L4 6a+30m Parete articolata
L5 6a+20m Placca verticale e strapiombino in uscita
Discesa: in doppia sulla via; 2 corde o singola da 70m

2 DIEDRO SCARABELLI *
Elio Scarabelli, Enrico Galante, 1957
120m – 5L - 6b (5c obb.)
P1 - Riattrezzata a fix e chiodi. 12 rinvii, 2 corde da 60m o singola da 70m, qualche dado e friend
Accesso come per la precedente. Estetico diedro con tratti molto eleganti
L1 5a  20m Nel diedro su roccia conglomerato, ripulita dalle ripetizioni ma un po’ preoccupante…
L2 6a  30m Diedro regolare
L3 5c  20m Superare un risalto a sx del diedro, quindi verso dx (corda fissa) su roccette erbose
L4 5c  35m Diedro grigio uscendo a dx su cengia
L5 6b  15m Rientrare nel diedro, obliquo e leggermente strapiombante
Discesa: in doppia sulla Via Diretta; 2 corde o singola da 70m 

3 VIA DEL GEMELLAGGIO
6c+ 35m Catena intermedia per moulinette con corda da 70m.
Placca verticale e leggero strapiombo. Il proseguimento fino in cima è sconsigliabile

ANFITEATRO - Clicca per la verione stampabile PDF
SETTORE DESTRO - VAL CAINO

4 GIURASSICA **
Saverio De Toffol, dall’alto, autunno 2005
80m – 4L - 6b+ (6b obb.)
P2 – Attrezzata a fix. 12 rinvii, singola da 70m
Dalla base del DIEDRO SCARABELLI continuare un centinaio di metri sul sentiero in discesa. Quando torna ad essere quasi pianeggiante una traccia sale a sinistra all’evidente piccolo zoccolo triangolare. Bella via su parete verticale.
Discesa: in doppia su BRACCIA DI PIOMBO 

5 BRACCIA DI PIOMBO **
Saverio De Toffol, dall’alto, autunno 2004
80m – 4L - 6b+ (6b obb.)
P2 – Attrezzata a fix. 12 rinvii, 2 corde da 60m
Inizia in cima allo zoccolo come per la precedente. Bella arrampicata su placca verticale; la roccia è uno strano calcare conglomerato, che richiede un poco di attenzione. Basta “farci la mano”
Discesa: in doppia sulla via

6 MARIO IMPERIAL **
Saverio De Toffol, dall’alto, 2009
100m – 5L - 7a (6b obb.)
P2 – Attrezzata a fix. 12 rinvii, 2 corde da 60m
Inizia appena sopra il sentiero, a dx dello zoccolo. Bella arrampicata su placca verticale; la roccia è uno strano calcare conglomerato, che richiede un poco di attenzione. Basta “farci la mano”
L1 6b  25m 
L2 6b+20m 
L3 7a  15m 
L4 6b+25m 
L5 4c  10m 
Discesa: in doppia su BRACCIA DI PIOMBO

 

Testi, disegni e immagini: Copyright  ©  2007-2015  larioclimb.paolo-sonja.net
Accessi a LARIOCLIMB
Accessi alla Homepage Paolo&Sonja